martedì 23 settembre 2014

Comprare handmade su DaWanda

<< DISCLAIMER:  l'autrice declina ogni responsabilità per eventuali acquisti compulsivi generati dalla lettura di questo post :-) >>

Forse avrete già sentito parlare di DaWanda, la piattaforma per la vendita di prodotti artigianali, ma che significa DaWanda? È un nome femminile africano che significa “l’unica.” 
Un nome, un programma: uno dei requisiti richiesti è infatti che il prodotto messo in vendita sia realizzato o personalizzato a mano oppure disegnato dal venditore stesso.

mercoledì 10 settembre 2014

La parola al razzismo

Tante volte ho pensato di partecipare al blogstorming di GenitoriCrescono. Altrettante volte ero troppo occupata o troppo pigra. O tutte e due.

Oggi no. Non voglio e non posso lasciar cadere la palla, perché si parla di razzismo e intorno ai razzismi e all'antirazzismo ci giro da anni, per studio, lavoro, interesse personale.

giovedì 4 settembre 2014

Se mi prudono le mani...

Da dove si ricomincia quando un blog giace abbandonato da mesi?
Forse da un bel "Ciao, come va? Grazie per avermi aspettata!"

Rapido resoconto dei mesi di latitanza:

- stiamo bene
- i bambini crescono, tanto e in fretta
- Noemi è tosta, ma anche molto dolce
- Giacomo è un teppista, senza offesa per i teppisti
- noi (genitori) arranchiamo un po' dietro ai vari problemi quotidiani e al teppista
- però stiamo bene, siamo felici

Questo non è il classico post del primo settembre (se non altro perché oggi è il 4), non ci sono buoni propositi, do solo sfogo alle mie mani che improvvisamente sono tornate a prudere. Prudono e scalpitano, vogliono scrivere, cucire, tagliare. Fare.

Dicevo, non metto nero su bianco grandi propositi, se non quello di riuscire ad organizzarmi un po' per ritagliarmi tempo (anche) per il blog.

Ah, il blog. Per quello avrei grandi idee e nuovi progetti. Sono passati più d quattro anni da quando ho aperto "Con il cuore e le mani" e ora sento il bisogno di cambiamenti.
Ma non è dato sapere se questa metamorfosi sarà veloce o lenta (se però voleste scommettere, io mi butterei sulla seconda che ho detto).

In bocca al lupo a me, a te, a tutti.
Che le vostre vite siano sempre spruzzate di allegria.

A presto, prometto.

venerdì 31 gennaio 2014

Liberiamo una ricetta 2014: mousse di mela

C'ero due anni fa quando questa cosa è nata per amicizia e per gioco.
C'ero l'anno scorso, anzi posso vantarmi di aver detto "Hei, lo rifacciamo?". Poi hanno organizzato tutto le altre ma vabbè, son dettagli e io mi vanto lo stesso.

Potevo dare forfait quest'anno? Sì potevo, anzi ce l'avevo quasi fatto a mancare l'appuntamento e invece no, tiè. Eccomi.

Vi propongo una ricetta di una semplicità imbarazzante, l'altro giorno l'ho spiegata a un'amica su facebook in  due righe, ma oggi la tiro per le lunghe e ci faccio persino un post :-)

Capita anche a casa vostra che quando non hai più mele, tutti ne vorrebbero una e quando le compri poi rimangono lì nel portafrutta a fare "le rughe", vero? 

lunedì 23 dicembre 2013

[#aspettandonatale4] Idee last minute con il washi tape

Eh già, ancora washi tape. Che ci volete fare? 

Il washi tape è fast&easy che di più non si può e quindi ve lo beccate un'altra volta e in dose doppia visto che oggi vi propongo ben due idee da realizzare per festeggiare al meglio!

(Prometto che poi dopo le feste facciamo una cura di disintossicazione da scotch e affini, o almeno ci proviamo. Ehm.)

Mancano un paio di giorni e poi si entrerà nel vivo delle feste: tavole imbandite, sorrisi, regali, auguri. Io sono come una bambina, forse anche peggio e non vedo l'ora.


Avete già pensato al menù e alla tavola di Natale? Vorrete mica servire olive e tartine con anonimi stuzzicadenti, vero?

giovedì 19 dicembre 2013

[#aspettandonatale4] Natale da FESTEGGIARE

È già venerdì e non ho ancora scritto niente questa settimana. Avremmo dovuto occuparci del Natale da festeggiare, invece prima gli acciacchi, ora i problemi tecnici. Mi dispiace ma sapete che vi dico? Forse è un segno.

Mi dispiace sinceramente, perché per me non si tratta solo di esteriorità, di proforma, di cose dovute. A me mette una gioia infinita prepararsi al Natale, vedere le cose cambiare aspetto e riempirsi di magia.
Però, dicevo, prendo questa pausa forzata dal blog come un segno. Come un messaggio, proprio nella settimana che avevo deciso di dedicare al tema del "festeggiare". 

Ci ho pensato molto in questi giorni: non voglio che la festa venga offuscata da inutili stress o corse sfiancanti. Voglio che Natale non perda nemmeno un briciolo del suo significato.

Mi appunto qui alcuni pensieri sparsi, antidoti per questi giorni in cui il tempo sembra accelerato.

  1. Fermati, fai solo quel che riesci. E sorridi.
  2. Non importa se in testa avevi altre dieci, cento, mille idee sfavillanti, realizzane una sola e tieni le altre da parte per la prossima occasione.
  3. Ricordati che un regalo è prezioso solo se dentro c'è amore.
  4. Le corse e lo stress non lo renderanno un Natale migliore ma semplicemente più affannato.
  5. Natale è una festa, non una gara. Non vince chi fa di più o meglio, vince chi si vuole bene.
  6. Bandisci pessimismo e negatività da casa tua.
  7. Sorridi, sorridi sempre e a tutti.
  8. Respira l'amore, l'affetto, l'amicizia. Tutto il resto non conta.
Ecco questo è il mio ottalogo, un post-it per ricordare quali sono le cose davvero importanti.

Continuerò a creare, ma scalo la marcia, di conseguenza anche i post saranno meno.
Voi continuate a linkare le vostre proposte e mi raccomando: create, cucinate, fate shopping, ma godetevi ogni secondo di quello che fate.

Buon finale di Avvento!


***
Qui sotto potete inserire i link alle vostre idee per festeggiare.
Qui potete inserire i link alle vostre idee regalo.
Qui potete inserire i link con le vostre decorazioni.
Non dimenticate di usare il tag #aspettandonatale4 per condividere colori, profumi e momenti della vostra attesa.

venerdì 13 dicembre 2013

[#aspettandonatale4] Cuori di lana e fil di ferro

Non bastasse il secondogenito a mettermi i bastoni tra le ruote, ci si è messo anche un delizioso virus gastrointestinale. Vabbe', sembra stia passando. Mi ripiglio e torno in pista.

[Incrociate le dita per me che non lo prenda la prole o -peggio- il consorte. Grazie.]

Oggi vi propongo un'idea forse un po' meno veloce delle precedenti ma altrettanto semplice. (Ci vorrà comunque meno di mezz'ora, niente borbottii in platea!

martedì 10 dicembre 2013

[#aspettandonatale4] Natale, che palle!

Chi mi conosce bene, leggendo il titolo avrà pensato che ho esagerato col vin brulè.
La verità è che è tutto marketing, pare che il Grinch in periodo di crisi vada forte. E io cavalco l'onda  :-)

Scherzi a parte, in realtà la frase "che palleeeee, mamma", candida ed entusiasta, è uscita dalla bocca di Noemi quando sabato mi ha vista armeggiare con queste palline di feltro. Parlava in senso letterale, credo.

lunedì 9 dicembre 2013

[#aspettandonatale4] Natale da DECORARE

Ieri casa a casa nostra è stato tutto un fermento. 
Dallo sgabuzzino sono usciti gli scatoloni impolverati e da lì lucine e lucette, campanellini, palline, candele. 
Il Natale ha invaso il salotto. 

C'era chi si meravigliava ad ogni scatola aperta con sonori uauuuuuuu.
C'era chi montava.
C'era chi distruggeva.
C'era chi braccava il distruttore.
Ognuno con un compito ben preciso, insomma.

Tra uno spuntino, un gioco, un cartone animato, un pisolino, siamo riusciti a vestire la casa a festa. 
È stata dura, ma ce l'abbiamo fatta. 

venerdì 6 dicembre 2013

[#aspettandonatale4] Bustine fai da te per regali capricciosi

Ci sono regali costosi, regali originali, regali utili. E regali capricciosi.

I regali capricciosi sono di piccola taglia, hanno forme improbabili e irregolari. Sono quei regali fighissimi, che una volta incartati (in genere ci vuole più scotch che carta) diventano una ciofeca che... blehhhh. 

Di solito è il caso della bigiotteria o di piccoli oggetti, magari fatti a mano, come le mie mollette magnetiche, ad esempio

Poi ci sono i regali che magari non hanno forme strane ma confezionati in modo standard finirebbero per sembrare banali, che so, per esempio una tavoletta di cioccolato -per quanto buono- o i biglietti per un musical, un buono per l'estetista... come li confeziono?